I contenuti del blog Il Toscanofilo sono rivolti a fumatori di sigari maggiorenni e consapevoli, che vogliono condividere la cultura legata al mondo del Toscano. Non si vuole in alcun modo promuovere l'uso di tabacco. Si ricorda infatti che, in ogni sua forma, IL FUMO NUOCE GRAVEMENTE ALLA SALUTE

Airbnb: 6 lettere, una parola, una rivoluzione col sorriso per il turismo, combattere il sovraffollamento e ridurre la concentrazione del turismo di massa.

 

IL TURISMO, MEGLIO SE SOSTENIBILE

Tra le otto destinazioni turistiche globali studiate, almeno due terzi degli arrivi di tutti gli ospiti su Airbnb avvengono al di fuori delle aree turistiche tradizionali e il 72-93% delle inserzioni di Airbnb si trova al di fuori delle aree a rischio di “over-tourism”. Questo incoraggia la diversità geografica e la distribuzione degli arrivi degli ospiti.

“Un modo per mitigare l’overtourism è la dispersione. Diffondi i visitatori in tutta la città in modo da non sopraffare determinati quartieri e siti popolari. La condivisione domestica può essere d’aiuto in due modi: uno semplicemente perché gli elenchi condivisi sono spesso più distribuiti geograficamente rispetto agli alloggi commerciali, e l’altro da ciò che gli host stessi possono raccomandare ai loro ospiti “.

 

IL TURISMO, MEGLIO SE SOSTENIBILE

Una prima analisi globale di oltre 2,8 milioni di guide turistiche di Airbnb mostra anche che gli host stanno aiutando a combattere l’affollamento turistico attraverso raccomandazioni locali e uniche agli ospiti. L’analisi mostra la guida mediana – la posizione raccomandata è a 20 minuti a piedi dall’elenco dell’ospite – in genere fuori dagli hotspot turistici – e due terzi dei posti raccomandati per mangiare si trovano nello stesso raggio.

L’analisi mostra anche che il 61 percento di tutti i consigli delle guide degli host di Airbnb offerti in tutto il mondo sono raccomandati solo da un host, il che significa che solo gli ospiti di quel particolare host vengono indirizzati a tale posizione o attività tramite Airbnb.

A livello globale, ciò implica che oggi è possibile trovare oltre 1 milione di consigli sulle guide per host individuali che nessun altro ospite raccomanda: un antidoto alle mappe turistiche standardizzate che generano ciò che Tourtellot descrive come “attività generiche”. “Queste aziende generiche costringono negozi, ristoranti e artigianato locali distintivi”, afferma.

 

L’ECONOMIA CRESCE, A FAVORE DEL “LOCALE”

La stragrande maggioranza di ogni dollaro speso per i flussi Airbnb direttamente agli host, che detengono fino al 97 percento di ogni dollaro, euro o sterlina che fanno pagare per affittare il loro spazio. I padroni quindi spendono e reinvestono i propri guadagni in vari modi, tra cui le spese delle famiglie, i canoni di affitto o mutui, i detergenti, il miglioramento della casa, l’assistenza sanitaria e l’istruzione. Rispetto agli hotel della catena, una percentuale molto più piccola di spesa per la condivisione domestica viene pagata in tasse.

Questo è in netto contrasto con il turismo che trascorre con gli hotel, dove ovunque tra 14 e 36 centesimi di dollaro per catena alberghiera non possono mai raggiungere la vera comunità di destinazione. Sulle navi da crociera, i dati mostrano che gli unici benefici potenziali per le comunità locali dalla spesa per la sistemazione delle navi da crociera sono i costi del carburante e i costi di trasporto locale per spingere i gitanti da un porto a un numero limitato di siti.

 

HOTEL? NO, GRAZIE. MEGLIO LO “SHARING”

In uno studio su otto delle destinazioni di viaggio più famose al mondo a rischio di overtourism, tra cui Barcellona, ​​Venezia, Amsterdam e Giappone, i dati mostrano che gli account di Airbnb rappresentano solo il 7% di tutti gli arrivi, inclusi gli ospiti delle navi da crociera e degli hotel. Questo equivale a 0,37 ospiti per residenti locali su Airbnb, rispetto ai 5,1 turisti per ogni residente locale – o quasi 14 volte più non Airbnb di Airbnb.

Gli esempi locali mostrano che gli arrivi di turisti totali per residenti locali sono più numerosi degli arrivi di ospiti di Airbnb da 73,8 a 2,2 a Venezia; Da 51.3 a 5.2 a Queenstown, in Nuova Zelanda; e da 10,2 a 0,5 a Maiorca.

Airbnb è costruito sulla base del fatto che la condivisione di casa offre esperienze autentiche per gli ospiti, a beneficio delle persone, dei luoghi e delle comunità locali. Crediamo fermamente che la nostra comunità sia parte della soluzione alle sfide del turismo di massa e possa offrire una crescita sostenibile a vantaggio di tutti .

A proposito dell'autore

Post correlati

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy